• home
  •  > News
  •  >  CAL: Salute, parere positivo alle Linee guida 2020

calendario lavori

« febbraio, 2020 »
lun mar mer gio ven sab dom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29

cerca le deliberazioni del consiglio

iscriviti alla newsletter del consiglio autonomie localivai
17 dicembre 2019

CAL: Salute, parere positivo alle Linee guida 2020


Il Consiglio delle autonomie locali (Cal) ha espresso parere favorevole (con quindici sì e un'astensione) alle Linee annuali per la gestione del servizio sanitario e sociosanitario regionale per il 2020, deliberate in via preliminare dalla giunta regionale lo scorso 22 novembre.
 
A tratteggiare i principali contenuti degli indirizzi gestionali che interessano il territorio è stato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, che si è impegnato "a tornare al Cal per affrontare alcuni elementi sostanziali del passaggio alle nuove aziende, posto che entro la fine dell'anno dovranno essere nominati i nuovi direttori generali, ovvero i vertici delle tre nuove aziende di Pordenone, Trieste e Udine, il direttore generale dell'Azienda regionale per il coordinamento della salute e i due direttori degli Istituti di ricerca e cura a carattere scientifico, "Burlo Garofolo" di Trieste e Cro di Aviano".
Riccardi ha ricordato come "il modello organizzativo introdotto con la riforma appena approvata dal Consiglio regionale sia basato sull'assistenza distrettuale con una maggiore specificazione del rapporto tra ospedali hub e spoke e con l'individuazione puntuale dei mandati delle singole strutture ospedaliere che sarà definita dagli atti aziendali". Riccardi ha inoltre posto l'accento "sulla necessità di implementare la sicurezza degli operatori e delle strutture" alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno visto un incremento sia delle violenze al personale che dei furti di attrezzature ospedaliere. Sul tema della sicurezza Riccardi ha ricordato anche "l'introduzione di maggiori elementi di controllo sulle attività delle aziende sia pubbliche che accreditate, in particolare sulle strutture per l'assistenza agli anziani, a tutela degli ospiti e dei loro famigliari".
Il vicegovernatore ha inoltre rivolto un invito ai sindaci presenti al Cal affinché "i Comuni si facciano promotori dell'utilizzo del sistema informativo e stimolino un cambiamento culturale nell'accesso ai servizi sanitari tramite la piattaforma Sesamo".
 
Confermate, inoltre, maggiori risorse alle aziende, con un incremento anche degli investimenti infrastrutturali sul triennio (50 milioni in più) e più risorse al sistema della disabilità, con un aumento complessivo della spesa pro capite degli assistiti.
 
Il Cal ha inoltre espresso parere favorevole unanime alle modifiche al regolamento per la determinazione dei criteri di riparto del fondo per l'autonomia possibile e per l'assistenza a lungo termine, approvato preliminarmente dalla giunta regionale lo scorso 7 novembre.
 
Infine, parere favorevole all'unanimità anche per la modifica degli ambiti territoriali per la gestione del servizio sociale dei Comuni, a seguito del passaggio del Comune di Osoppo dall'ambito territoriale "Collinare" all'ambito territoriale "Gemonese/Canal del Ferro-Val Canale". ARC/SSA/ep

 
 
A cura della Direzione centrale funzione pubblica, autonomie locali e coordinamento delle riforme | accessibilità | disclaimer