• home
  •  > News

calendario lavori

« luglio, 2020 »
lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

cerca le deliberazioni del consiglio

iscriviti alla newsletter del consiglio autonomie localivai

Notizie

03 marzo 2015

La III Commissione del Consiglio delle autonomie locali si riunirà mercoledì 4 marzo, con inizio alle ore 14.00,  per approfondimenti sulla deliberazione della Giunta regionale n. 295 del 20 febbraio 2015 riguardante il "Regolamento recante modifiche al regolamento di attuazione della LR 19/2009 (Codice regionale dell'edilizia)", approvata in via preliminare.

25 febbraio 2015

Ha ottenuto parere favorevole da parte del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL), con 12 voti a favore, tre astensioni e cinque voti contrari, la proposta del Piano di riordino territoriale che fa parte della Riforma delle Autonomie locali e che è stata presentata al CAL dall'assessore regionale alla Funzione pubblica, alle Autonomie locali e al Coordinamento delle Riforme del Friuli Venezia Giulia Paolo Panontin.

La proposta del Piano di riordino territoriale, come ha ricordato Panontin, tiene conto della suddivisione del territorio regionale prevista per gli Ambiti socio-assistenziali e prevede l'istituzione delle Unioni Territoriali Intercomunali (UTI).

Ha ottenuto parere favorevole da parte del CAL anche il Programma stralcio Immigrazione 2015, presentato dall'assessore regionale alla Solidarietà Gianni Torrenti (nove voti a favore, sei astensioni, due contrari). Dopo avere valutato positivamente il fatto che i comuni dove sono accolti i richiedenti protezione internazionale in Friuli Venezia Giulia sono oggi una trentina, Torrenti ha rilevato come l'obiettivo della Regione sia ora quello di alleggerire la pressione dei richiedenti protezione internazionale nei comuni di Gorizia e Gradisca e di favorire l'integrazione dei richiedenti.

Il provvedimento presentato da Torrenti prevede altresì che i Comuni possano predisporre proposte di accoglienza in forma associata. Mentre, come ha precisato l'assessore in conclusione, tutte le risorse inerenti l'accoglienza dei richiedenti protezione internazionale derivano dallo Stato.

 

12 febbraio 2015

Oggi a Udine il Consiglio delle autonomie locali (Cal) ha espresso l’intesa sullo schema di disegno di legge che reca la "Disciplina organica in materia difesa del suolo e di utilizzazione delle acque". Nel corso della seduta l'organismo consultivo del sistema delle Autonomie ha infatti espresso 14 voti a favore; mentre due dei 16 membri presenti si sono astenuti. 
La proposta di articolato, come ha specificato l'assessore all'Ambiente Sara Vito, "mira a introdurre una corretta visione della salvaguardia del territorio, rivedendo la legge esistente; intende costituire un Testo unico, semplificando la normativa in materia. Non affronta invece il tema della tutela delle acque in quanto tale argomento sarà sviluppato in seno all'apposito Piano". L'assessore Vito, nell'accogliere pressoché totalmente le proposte e le osservazioni formulate dal Cal, ha auspicato, per una efficace attuazione della nuova legge, la piena partecipazione del sistema delle Autonomie.

03 febbraio 2015

La III Commissione del Consiglio delle autonomie locali si riunirà venerdì 6 febbraio, con inizio alle ore 12.00,  per approfondimenti sullo schema di disegno di legge riguardante "Disciplina organica in materia in materia di difesa del suolo e di utilizzazione delle acque", approvato in via preliminare dalla Giunta regionale.

22 gennaio 2015
E’ stata rinviata l’elezione dei vertici del Consiglio delle autonomie locali prevista all’ordine del giorno della seduta del Consiglio delle autonomie locali di oggi. Il rinvio farà scattare la regola della “prorogatio” che consentirà al Presidente Ettore Romoli, alla Vice MariaTeresa Bassa Poropat e all’attuale Ufficio di presidenza di rimanere in carica, tenuto conto dell’imminente riforma dell’organo già annunciata per la primavera come conseguenza della più generale legge sugli enti locali.
Per il resto, i tre pareri richiesti oggi sono passati tutti all’unanimità: da registrare solo una astensione della  Provincia di Udine sulla delibera che assegna i fondi per coprire i costi dei Comuni per inserire in strutture i minori stranieri non accompagnati.
In merito, il presidente del Cal Romoli ha rivolto alla Regione e all’Assessore alla Salute e Protezione sociale Maria Sandra Telesca un appello per una soluzione che consenta di fare fronte ai costi esponenziali a cui sono costrette le amministrazioni comunali.
12 gennaio 2015
Due deliberazioni, approvate in via preliminare dalla Giunta regionale, saranno oggetto d’approfondimento da parte della III Commissione del Consiglio delle autonomie locali, convocata per martedì 13 gennaio, con inizio alle ore 12.00.
12 gennaio 2015
Si terrà giovedì 22 gennaio 2015, con inizio alle ore 10.00, nella sede di Udine, la prossima riunione del Consiglio delle autonomie locali.


 
23 dicembre 2014
La Conferenza permanente per la programmazione sanitaria, sociale e sociosanitaria regionale riunitasi a Udine martedì 23 dicembre 2014, ha provveduto a designare il dott. Omero Leiter, quale componente del Collegio sindacale dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Ospedali Riuniti” di Trieste e l’avv. Enrico Leoncini, quale componente del Collegio sindacale dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Santa Maria della Misericordia” di Udine.
01 dicembre 2014

Il Consiglio delle autonomie locali, nella seduta del 1 dicembre 2014, ha espresso all’unanimità l’intesa sulla deliberazione della Giunta regionale con cui vengono stabiliti le modalità ed i criteri per l’accesso al fondo di anticipazione finanziaria, istituito con la legge regionale 23/2013, per assicurare la stabilità dei bilanci degli enti locali in difficoltà.
Il primo ente ad accedere al fondo entro l’esercizio 2014 sarà il Comune di Dogna. (vai alla delibera>)

19 novembre 2014
Nel corso della seduta del 19 novembre del Consiglio delle autonomie locali (CAL) sono state illustrate dal  Presidente della V Commissione del Consiglio regionale, Vincenzo Martines, e dall’Assessore regionale Panontin, le modifiche all'articolato del disegno di legge (ddl) di "Riordino del Sistema Regione-Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia", così come licenziato dalla V Commissione consiliare.
 
[5]  [6]  [7]  [8]  [9]  [10]  [11]  [12]  [13]  [14
 
A cura della Direzione centrale funzione pubblica, autonomie locali e coordinamento delle riforme | accessibilità | disclaimer